Ascoli, Di Maso festeggia: “Noi più forti di tutto”

Il Vice Presidente Vicario dell'Ascoli festeggia la salvezza ottenuta con una giornata d'anticipo ai microfoni di Italia News Online

0
273
di maso pulcinelli

“Siamo stati più forti dell’invidia, dell’ingiustizia e della sfortuna”. Il giorno dopo l’impresa, in casa Ascoli, l’emozione è ancora forte. Anche per Andrea Di Maso, dall’aprile 2020 Vice Presidente Vicario del club che a Italia News Online ha raccontato “un secondo anno pieno di momenti difficili ed entusiasmanti, un’esperienza rinnovata con la salvezza conquistata“.

In effetti, quella vissuta dai colori bianconeri, è stata una stagione tribolata. Andrea Sottil, a fine dicembre, ha raccolto la squadra sul fondo della classifica e, dopo 30 punti nel girone di ritorno, l’ha condotta addirittura alla salvezza diretta con una giornata d’anticipo: “Dopo aver perso qualche punto di troppo, a volte anche a causa di un po’ di sfortuna – spiega – siamo riusciti a trovare la giusta quadratura nel finale di stagione e infilare una bella serie di risultati positivi“.

Un pareggio e cinque vittorie, l’ultima decisiva contro il Cittadella. Un traguardo che permette a Di Maso di guardare con fiducia al futuro della società: “Mantenere la categoria era l’obiettivo minimo. Abbiamo fatto più fatica del previsto, ma di contro siamo riusciti a inserire dei giovani di indubbio interesse. Siamo orgogliosi di avere in squadra alcuni dei talenti più interessanti della Serie B. Saranno protagonisti del mercato estivo, anche nell’ottica di approdare nel massimo campionato. Abbiamo posto le basi per il futuro“.

Il prossimo sarà infatti il 25esimo torneo tra i cadetti di una storia ultracentenaria: L’Ascoli proverà a prendersi qualche altra soddisfazione e cercheremo di proseguire nel nostro cammino di crescita per dare continuità alla tradizione del club“.

Di Maso, dai ringraziamenti al nuovo libro

Per Andrea Di Maso i progetti futuri non si fermano invece al campo da gioco. Dopo ‘You are your brand‘, in programma c’è l’uscita di un nuovo libro: “L’entusiasmo e la passione che mi hanno visto impegnato nelle ultime due stagioni in questa gloriosa società sono stati lo stimolo per scrivere un libro che parla proprio di questo meraviglioso sport. Se l’ho realizzato, è grazie all’esperienza che ho maturato e vissuto per volontà del Patron Massimo Pulcinelli. Su cosa sarà? Come fare calcio in Italia, con particolare riferimento ai bilanci e agli aspetti organizzativi“.

L’ultima tappa di una stagione conclusa con grande soddisfazione. Ma come si raggiunge un traguardo così sorprendente?: “Con il lavoro di tutta la società: dalla proprietà fino al magazziniere, passando dagli steward dello stadio. In qualsiasi progetto vince sempre la squadra, nessuno escluso”.

E la chiusura non può che esser dedicata a tutti gli artefici del successo: “Il ringraziamento principale va al Patron: da Cosenza in poi è stato vicino alla squadra 24 ore su 24, portando una mentalità vincente. Grazie anche al consiglio di amministrazione, allo staff dirigenziale, all’area tecnica e sportiva, agli atleti, ai tifosi, ai partner e a tutti gli sponsor che ci sono stati vicini nonostante il momento di difficoltà per via della pandemia”.

Sembrava impossibile, e invece l’Ascoli è salvo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here