giovedì, Ottobre 28, 2021
HomeNEWSMal di testa? Potresti avere problemi di postura

Mal di testa? Potresti avere problemi di postura

- Pubblicità -spot_img

Cos’è il mal di testa dietro gli occhi e come prevenire questo disturbo, tipico dello smart-working? Il mal di testa è provocato da diversi fattori e può verificarsi per varie ragioni, prima tra tutti: la postura sbagliata.

Un disturbo abbastanza comune:

L’emicrania di per sé provoca diversi sintomi, tra cui nausea e stordimento, soprattutto per chi lavora molte ore davanti a uno schermo. In questo periodo di smart working, tra postazioni di lavoro non propriamente idonee e distanze occhio-schermo sbagliate, il dolore alla testa che si avverte è localizzato dietro gli occhi.

Mal di testa e postura sbagliata? ecco come scoprirlo

Postura sbagliata, schermo non idoneo e distanze occhio-schermo errate. Queste sono le conseguenze dello smart working e le cause più comuni del mal di testa dietro gli occhi.

Sa.Ni Corporate, leader nella progettazione e produzione di sistemi di indagine biometrica, ha sviluppato una tecnologia per lo studio specialistico della postura, da fermo ed in movimento, utilizzata in ambito di indagine di base e nelle valutazioni in ambito ortopedico, riabilitativo e sportivo. La strumentazione Diasu® è anche nota come Biometria Digitalizzata, ovvero un insieme di apparecchiature integrate con protocolli di indagine specifici per studiare dal bambino all’adulto, in tutte le condizioni fisiche: normali, sportivi o neurologici.

Lo studio posturale con diasu:

Lo studio agevola l’inquadramento clinico multidisciplinare, richiesto nello studio delle alterazioni posturali, con dati strumentali che riferiscono informazioni da un punto di vista strutturale (apparato muscolo-scheletrico) e recettoriale (vestibolo, occhi, appoggio plantare e articolazione temporo-mandibolare) e che, per la loro non invasività, consentono molteplici per monitorare i trattamenti.

Tutti i valori rilevati sono accompagnati da un referto indicizzato e uno analitico che mette a confronto i vari test, per rendere evidente gli scostamenti rispetto alla fisiologia. Questi dati sono utili per documentare le caratteristiche dell’alterazione, definire il programma di trattamento e per monitorare la relativa evoluzione.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img