venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeAZIENDESISI Immobiliare, documentazione immobile: come reperirla?

SISI Immobiliare, documentazione immobile: come reperirla?

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Che si tratti di vendere o locare l’immobile, il proprietario si troverà sempre alle prese con il reperimento della documentazione burocratica necessaria da contratto.

Se sei seguito da una buona agenzia immobiliare, avrai senz’altro un consulente al tuo fianco che ti aiuterà a districarti negli aspetti burocratici della vendita. Sisi Immobiliare reperisce per i suoi clienti tutta la documentazione necessaria per legge per sbrigare le pratiche immobiliari. Si tratta di un servizio completamente gratuito, che ha lo scopo di allegerire il cliente di tutto lo stress legato al reperimento della documentazione.

Tuttavia, sapere in anticipo quali documenti servono, aiuta a risparmiare tempo. Quali sono i documenti necessari per la vendita della casa? Ecco una piccola guida per non farsi cogliere impreparati quando ci si accinge a vendere un immobile.

L’Attestato di Prestazione Energetica (APE)

L’Attestato di Prestazione Energetica è un documento di cui bisogna obbligatoriamente munirsi prima di mettere in vendita l’immobile. Esso descrive le caratteristiche delle prestazioni energetiche di un immobile, attribuendogli una classe energetica che viene indicata con una lettera tra A e G, dove la classe A rappresenta il livello di consumo ottimale (soprattutto se la lettera è seguita dal simbolo +). Gli annunci che descrivono le caratteristiche di un immobile in vendita devono riportare per legge, infatti, la classe energetica di riferimento e l’indice di prestazione energetica (IPE).

L’atto di compravendita dell’immobile

L’atto di compravendita dell’immobile o rogito notarile di acquisto della casa è un documento indispensabile quando si intende vendere un’abitazione, poiché attesta chi ne è effettivamente il proprietario. Questo documento viene redatto dal notaio nel momento in cui avviene il trasferimento della proprietà di un immobile da un soggetto a un altro nell’ambito di una compravendita. Il rogito notarile è un atto pubblico formale nel quale si certifica la verità dei dati che contiene, ovvero: l’identità dei contraenti, il prezzo a cui è stato ceduto l’immobile, la modalità di pagamento dello stesso.

Planimetria catastale

La planimetria catastale è la piantina in scala di un immobile archiviata presso il catasto: questa deve essere necessariamente conforme allo stato attuale dell’abitazione che si intende vendere, pena la nullità della compravendita.

L’eventuale non conformità della planimetria catastale allo stato dell’immobile potrebbe essere conseguenza di lavori svolti nel corso degli anni che abbiano modificato alcune caratteristiche originarie dell’immobile, come le modifiche apportate alla disposizione dei vani, della loro ampiezza o dell’altezza.

Visura ipotecaria dell’immobile

Altro documento indispensabile per la vendita della casa è la visura ipotecaria. Essa viene rilasciata dall’Agenzia delle Entrate in seguito ad alcune verifiche effettuate all’interno della banca dati ipotecaria e catastale per certificare che su di un immobile non vi sia alcuna ipoteca, pignoramento o decreto ingiuntivo.

Documenti che attestano la regolarità dell’immobile e degli impianti

Oltre a tutti i documenti descritti sopra, quando si intende vendere un immobile sono necessarie alcune certificazioni che attestino la conformità dell’immobile e dei suoi impianti a quanto stabilito dalla legge. In particolare, i documenti di cui bisogna munirsi sono:

Il Permesso di costruire, ovvero l’autorizzazione amministrativa concessa dal Comune che approva la trasformazione del territorio in termini urbanistici ed edilizi. Questo documento ha sostituito la vecchia Concessione Edilizia a partire dal 2001 e dall’emanazione del Testo Unico sull’Edilizia.

Il Certificato di abitabilità, rilasciato dal comune nel cui territorio si trova l’immobile in questione con lo scopo di dichiarare il rispetto delle norme relative a sicurezza e igiene dell’abitazione.

Il Certificato di conformità degli impianti, per certificare la conformità degli impianti elettrico, termico e idraulico rispetto a quanto stabilito dalla legge a riguardo. Il documento viene rilasciato dall’azienda abilitata che installa gli impianti o che effettua eventuali lavori di manutenzione. Questo documento non è in realtà obbligatorio per la vendita, ma è buona norma consegnarlo al nuovo acquirente.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com