Nort Beach wear un viaggio tra passione e giovane imprenditoria.

0
612
Nort-Beach-wear
Marinicol e Francesco Tronelli

La nostra rivista come di consueto è sempre a caccia di aziende che sappiano esprimere nel loro mercato innovazione e progettualità, nella loro sede Romana quest’oggi siamo in compagnia di Francesco e Marinicol, titolari della Nort Beach Wear.

La prima domanda che vi pongo riguarda il nome della vostra Azienda, come nasce?

Francesco: Nort è semplicemente l’anagramma del mio soprannome, Tron; sin da quando sono ragazzo tutti i miei amici mi hanno sempre chiamato così ed è l’abbreviazione del nostro cognome. Abbiamo scelto un nome che rappresentasse la nostra identità.

Come mai questa passione per l’abbigliamento Beach?

Francesco Tronelli: Founder nort beachwear

Marinicol: sin da piccoli abbiamo sempre avuto la passione per l’abbigliamento e in particolare per il mondo beachwear. La cosa che ci affascina e ci emoziona è la realizzazione di un capo, il processo che trasforma la bozza di disegno in realtà; è un esperienza unica. Ritengo che tutto nasca dall’amore per il mare, dove i nostri genitori ci hanno fatto trascorrere gran parte delle nostre vacanze. Io mi sono laureata a Londra in design. Siamo cresciuti in simbiosi e stare lontani per il mio periodo di studi non è stato facile. Abbiamo avuto l’idea di realizzare questo brand principalmente per avere una realtà nostra che ci potesse tenere uniti anche in futuro e per mantenere viva la nostra passione. In pochi centimetri devi esprimere un’idea, un dettaglio, uno stile. Sia io che mio fratello abbiamo due visioni stilistiche lontane ma che riescono a convivere e a completarsi come per magia. Sono molto fiduciosa e orgogliosa della nuova collezione che presenteremo ad Aprile 2021.

Francesco: il nostro progetto fin da subito è stato quello di rilanciare il vero Made in Italy. Essendo alla nostra prima esperienza nel settore, abbiamo dedicato oltre 18 mesi a ricerche e approfondimenti, selezionando accuratamente le aziende partner, per ottenere il miglior risultato possibile al momento del lancio del brand e della prima collezione.

Dove realizzate i vostri prodotti?

Marinicol Tronelli: co-founder nort beachwear

Francesco: tutta la nostra filiera produttiva è al 100% Made in Italy. Abbiamo 5 laboratori tra Campania, Puglia e Lazio. I fornitori che abbiamo scelto sono tra i più importanti del panorama italiano. Purtroppo, come tutti, ci siamo trovati in un periodo storico particolare, ma non ci siamo persi d’animo e abbiamo riprogettato il lancio della nostra prima collezione e modificato i nostri piani di sviluppo, per adattarci alla situazione attuale. Quando è cominciata la pandemia abbiamo più volte pensato di rimandare tutto al 2021, ma poi abbiamo deciso di lanciarci in questa sfida, specialmente grazie al supporto della famiglia e dei nostri amici. Siamo stati apprezzati fin da subito nel panorama del beachwear, come dimostrato anche dall’impressionante crescita social.

Perché vi considerate una Azienda Innovativa?

Francesco: siamo alla continua ricerca di tessuti ecosostenibili, e limitiamo il più possibile l’uso della plastica. Per questo abbiamo sempre realizzato i nostri prodotti e il nostro packaging al 100% con tessuti riciclabili. Abbiamo solo questo pianeta e crediamo sia giusto rispettarlo partendo dalle piccole cose.

Bravi, tutto molto etico, non me lo aspettavo da due ragazzi così giovani, posso sapere come scegliete i vs clienti?

Marinicol: noi non abbiamo negozi, il nostro business l’abbiamo incentrato sull’online. Insieme a mio fratello abbiamo scelto di lanciarci nell’impresa digitale. Questo ci ha dato modo di arrivare in maniera più veloce a una più vasta clientela. Grazie alla forza dei Social abbiamo mantenuto costanti le nostre vendite. Siamo partiti a maggio 2020, oggi su Instagram abbiamo raggiunto un fanbase di 25 mila utenti e il nostro sito riceve migliaia di visite ogni giorno.
Francesco: insomma siamo figli di una new economy che si basa sul taglio della filiera commerciale e su pochi investimenti in strutture. Concentriamo i nostri investimenti sulla filiera produttiva e nel mondo della comunicazione sia online che offline.
Marinicol: ora stiamo per lanciare delle nuove e sorprendenti campagne pubblicitarie. Inoltre abbiamo aperto da poco il primo show room a Roma, un primo investimento per dare la possibilità alla nostra clientela di vedere e provare i prodotti prima di effettuare l’acquisto online.

Molto interessante, quindi ricapitolando, non avete negozi e ne rappresentanti, puntate tutto sui Social e passaparola giusto? Quindi immagino che una volta che il brand acquisirà più clienti ci proporrete qualcosa che andrà oltre ai costumi giusto ?

Nort Beachwear

Francesco: abbiamo già lanciato una collezione winter e ci stiamo preparando per il lancio di alcuni capi estivi per il mondo dei fuori acqua. La nostra collezione sarà disponibile da Aprile sul nostro sito Nortbeachwear.com. Nel mentre stiamo già lavorando per la collezione del 2022 però, per ora, non posso dirle altro.

Grazie mille, siete molto affettuosi, per concludere, altre 2 domande, ritenete di essere stati supportati dal sistema bancario vista la vostra bella iniziativa? Cosa consigliate ai vostri coetanei che cercano di farsi strada nella moda?

Francesco: Le rispondo io alla prima domanda è lascio a Marinicol i consigli per la seconda. L’anno scorso così come quest’anno abbiamo dato corso con finanza propria. Purtroppo, oggi più che mai, il sistema bancario è assente. Ed è sempre più diffidente nei confronti di realtà giovani come la nostra. Noi siamo in attesa di ricevere un piccolo supporto che coprirà il 20% dei nostri investimenti. Per i giovani che non possono contare sui propri mezzi credo sia impossibile l’avvio di una così importante iniziativa. L’investimento minimo si aggira su cifre molto importanti, e sia le Aziende produttrici così come i tessutai chiedono un anticipo di almeno il 50% del valore della produzione. Bisognerebbe dare più supporto e credere di più nelle iniziative imprenditoriali di noi giovani.
Marinicol: Per farsi strada nella moda non è necessario aprire subito una propria azienda, si può lavorare per contribuire alla realizzazione di collezioni di altri. La cosa più importante è studiare, perché trasformare un’idea in un capo di abbigliamento richiede la conoscenza delle caratteristiche del tessuto, come l’elasticità e la sua morbidezza. Per creare uno stile c’è bisogno di tanta passione, essere riconoscibili dal mood che si vuole esprimere è la vera coronazione per chi ha scelto questo percorso di vita. Se posso dare un consiglio a chi ha questa passione, è di provarci sempre; se c’è stoffa, prima o poi, i clienti si accorgeranno di te e da lì in poi sarà bellissimo.

Ragazzi vi ringrazio per questa lunga intervista, vi ho trovato molto affiatati, se non avessi saputo che siete fratelli vi avrei immaginato fidanzati, siete una bellissima coppia, la nostra Redazione così come tutti i nostri lettori sono ad augurarvi tanti successi e nuovi traguardi, ricordiamo a chi fosse interessato che può visitare:

Grazie e ancora Auguri a tutti, l’estate si avvicina!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here