martedì, Dicembre 7, 2021
HomeNEWSLe milleuno cose di Greta Arditi: "Dalla danza a una mia serie...

Le milleuno cose di Greta Arditi: “Dalla danza a una mia serie tv”

Greta Arditi, giovane artista romana, viene dalla danza classica ma ha lavorato anche in cinema, teatro e televisione: "Ora ho un nuovo progetto"

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Li chiamano perfomer, ma va bene anche artisti: “Nel nostro mestiere devi fare mille cose”. Greta Arditi è ancora giovane, ma da tempo ha preso questo insegnamento alla lettera: “Vengo dalla danza classica, da cinque anni però sono nell’ambiente artistico a 360°: dalla recitazione al cinema, passando per il teatro, racconta a italianewsonline.it.

Si è esibita all’Opera di Pechino e a quella di Firenze, girando anche l’Europa in tournée. Poi la pandemia ha fermato tutto: “Negli ultimi due anni al Brancaccio, grazie al musical, ho potuto mettere insieme tutto quelle che amavo: canto, recitazione e ballo. Ora, con il teatro fermo, sto insegnando danza“.

Ancora oggi la passione più grande, dopo essersi formata tra il Teatro dell’Opera e l’Accademia Nazionale di Danza: “Ho iniziato a cinque anni. La danza è stata tutta la mia vita, ci sono nata e cresciuta. Non senza sacrifici: la disciplina è ferrea e noi ballerini è come se avessimo un po’ saltato l’adolescenza”.

L’esempio è arrivato dai genitori: “Mio padre è prestigiatore e scrittore di testi teatrali. Mia madre invece è insegnante di danza classica”. Greta Arditi è stata poliedrica anche qui, sperimentando tutti i generi. Non solo: “Ho fatto il liceo artistico, perciò mi piace anche dipingere e disegnare. E per divertimento sono anche fotografa“.

Tutte esperienze che l’hanno formata: “In Cina sono stata due mesi, la cultura è completamente diversa. A livello di orari c’è grande rigore, anche nei grandi teatri si prova tantissimo. Un’avventura intensa. All’inizio abbiamo fatto fatica con la lingua, comunicare era difficile. Poi però siamo entrati nella loro ottica lavorativa e ci siamo divertiti”.

Ora nel cassetto c’è un altro grande progetto: “Ho ideato una serie televisiva. Lo scorso anno sono stata anche in trattativa con Netflix España. Lo sceneggiatore della Casa di Carta mi ha detto di non aver mai trovato un’idea così innovativa. E lui legge decine di progetti ogni giorno. Non mi aspettavo questo riscontro, purtroppo per via del Covid volevano trattare temi più allegri e il progetto non è andato in porto. Ma non mi arrendo: voglio portarlo a termine, magari autoproducendo le prime puntate”.

Il primo passo per arrivare al vero sogno: “Un film musicale in stile Chicago o Mamma Mia!”. Le milleuno cose di Greta Arditi.

© Instagram: gretaarditi

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img