C’è anche un’Italia campione del mondo di Bowling

Marco Giovanni De Paolis

L’Italia del bowling si colora d’oro. Per Italia web on Line è un onore ed un piacere avere la possibilità di raccontare lo sport, i movimenti, quelli meno conosciuti che hanno proprio bisogno dei trionfi per far parlare di sé, per avvicinare gente nuova. E se oggi scriviamo “campioni del mondo” su Google esce chiaro che la gente, in Italia, oggi, sta cercando “Campioni del mondo bowling”.

Erik Davolio, Pier Paolo De Filippi, Antonino Fiorentino, Marco Parapini, Nicola Pongolini, Marco Reviglio, guidati dal commissario tecnico Massimo Brandolini. Sono i campioni del mondo di bowling. Sono loro i non-professionisti che, ad Hong Kong, hanno battuto nella storica finale del 2018 gli Stati Uniti. Sono loro che hanno portato l’Italia sul tetto del pianeta in uno degli sport più praticati al mondo, per divertimento, e a tutte le età, che in Italia conta 3500 tesserati ma milioni di giocatori.

Ancora una volta la metafora del gioco di squadra prevale sul resto: l’oro a squadre lo vinci solo se ad ogni buon tiro ne segue un altro altrettanto buono. Se tutti sono concentrati alla stessa maniera, se si crea un gruppo ricco di alchimia. Se si tira tutti insieme. Proprio come ha sempre affermato il Dio del Basket Michael Jordan: “il talento ti fa vincere una partita. L’intelligenza e il lavoro di squadra ti fanno vincere il campionato”.