domenica, Maggio 29, 2022
HomeNEWSTu sei la partenza! Chi ci crede, Vince!

Tu sei la partenza! Chi ci crede, Vince!

- Pubblicità -
- Pubblicità -

“La vita non è trovare te stesso. La vita è creare te stesso”.

George Bernard Shaw, scrittore

Se ti senti confuso e disorientato e se non hai la minima idea da quale parte iniziare la buona notizia è che sei sulla strada giusta. Troppo spesso le certezze ci rendono ciechi ed arriva il dubbio a salvarci. Grazie al dubbio possiamo sacrificare le nostre abitudini e aprire la nostra mente alla ricerca di quanto è insito in noi. Il dubbio ci porta ad interrogarci e ci mette in movimento alla ricerca delle risposte. Ci saranno cose che dovremmo apprendere e cose che sarà necessario disimparare.

La presa di coscienza passa attraverso il processo di conoscenza.

“Conoscersi significa recuperare il proprio vissuto personale, sopportare molte fini e molti inizi, liberare la propria mente da tutto ciò che, nel passato, abbiamo afferrato nell’irrefrenabile bisogno di trovare certezze. Significa ripulirsi da tutti i condizionamenti e i retaggi familiari e culturali al fine diraggiungere la fede in sé stessi. Una fiducia completa e incontaminata. Significa accettare il presente come condizione del passato e contare sulle nostre forze e capacità per esaltare le nostre potenzialità assopite. La conoscenza di sé stessi diviene così un processo il cui motore è la consapevolezza. Un individuo consapevole è un individuo presente a sé stesso e chi è presente a sé stesso difficilmente si smarrisce” (Coraggio di Volare).

A guidare la nostra vita sono le nostre scelte e decisioni: difficili, complesse, limitate, sentite, insensate, timorose, coraggiose. Più saranno inconsapevoli e più la vita ci apparirà un luogo dove “tutto accade”, più saranno consapevoli e più la nostra esistenza prenderà la forma che gli daremo noi. Essere responsabili significa dare una direzione alle nostre scelte e, di conseguenza, alla nostra vita, ma per agire e scegliere consapevolmente dobbiamo sacrificare una grande paura: quella di assumerci la responsabilità della nostra felicità.

A questo punto ti pongo alcune domande: Cosa sai di te? Quanto ti conosci o pensi di conoscerti? Quali sono le tue capacità innate e quelle acquisite? In cosa ti contraddistingui? Quali sono i tuoi punti di forza e quali i tuoi punti deboli? Per riuscire a navigare nel mare della vita è innanzitutto necessario equipaggiarsi. Il migliore equipaggiamento lo puoi ottenere ricercandolo in te stesso. Quello di cui hai bisogno lo possiedi già, ma se non hai ancora raggiunto l’autorealizzazione è molto probabile che hai bisogno di recuperare o approfondire la conoscenza di parti di te. Per realizzare e manifestare il tuo potenziale non c’è altra strada che l’autoconoscenza e per conoscerti il primo passo da fare è… partire proprio da te. Tu sei la partenza! Chi ci crede, Vince!

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com