SI SCRIVE BIDEN, SI LEGGE EUFORIA.

0
33

Ma è giustificata?

Di fatto Giuseppe Robinetto Biden parrebbe essere il nuovo Presidente eletto dopo l’assegnazione di stati in bilico come Pennsylvania e Arizona.  Si riconteggia qua e la ma per ora è cosi. Si insedierà a Gennaio 2021, c’è quindi tempo per un po di riflessioni e di ..conseguenze che cadono dritte dritte in queste settimane.

In primis, l’euforia. Tanta, troppa, non giustificata. Si, d’accordo il mondo aspettava un cambio al vertice delle strelle e strisce perché..beh perché il mondo è globalizzato di suo e non puo andare avanti se è..bloccato da provvedimenti trumpiani come quelli degli ultimi mesi.

Il mondo, su questo pianeta che ha le sue leggi economiche, non è , pare non possa essere ..sovranista!

Ma l’euforia di un atteso cambio al vertice, ari-globalismo al posto del sovranismo, serpeggia nell’aria, riempie le borse (valori) di mezzo mondo, e contamina persone e luoghi. L’euforia è alle stelle. Ma è tutto ben giustificato? O è una …diciamo..bollina?  

Vediamo. 

Arrivano proprio dal neo eletto le parole che smorzano la fiammella delle borse impazzite:  “È importante capire che la battaglia contro il COVID-19 durerà ancora per mesi”, ha dichiarato riferendosi al tempo che ci vorrà per vaccinare il pubblico americano, anche se l’americana Pfizer ha annunciato sostanziali progressi (test ok al 90%) nella terza fase di sperimentazione del suo vaccino.

Quello che va a ingarbugliare un po la questione è, ca van sa dir, Trump! che da gran signore qual è non ha riconosciuto la vittoria di Biden e al contrario ha dichiarato che riconterà!  Presenterà una serie di cause contro il risultato in alcuni stati in cui ha anche chiesto il riconteggio dei voti.

Anche la non ben definita maggioranza del Senato (mancano i 2 seggi della Georgia che verranno assegnati con votazione il prossimo 5 gennaio) deve dire ancora se rimarrà in mano Repubblicana o passerà ai Democratici.


Anche grazie alle accomodanti prime dichiarazioni di Biden, come quella di voler far rientrare gli USA nel Patto per il clima di Parigi e nel OMS,

si potrà evitare l’ incertezza post elettorale : la vittoria di Biden dovrebbe portare a relazioni meno conflittuali con alcuni partner storici come l’Europa ma anche a relazioni più costruttive con il rivale cinesi.

Il tema aumento delle tasse è tutto da scoprire ancora.

Tutto quanto sopra premesso, pertanto, non ci fa appoggiare l’euforia di queste ore che si è scatenata soprattutto nei mercati borsistici europei,

e le notizie positive sui vaccini debbono giocoforza essere ridimensionate : va misurata l’efficacia, la scalabilità e gli effetti collaterali, nonché gestito il problema della distribuzione e refrigerazione dei vaccini, che devono andare conservati necessariamente a -70°.

Ricordiamo sempre che notizia del potenziale successo del vaccino è arrivata quando gli Stati Uniti hanno superato i 10 milioni di casi di Covid-19, con ricoveri record da est a ovest del Paese a stelle e strisce.

La disputa tra i due Presidenti, in attesa di giudizi dei tribunali e delle alte Corti, prosegue ed è  –  peggio di tutto – strisciante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here