sabato, Maggio 28, 2022
HomeMINISTERISergio Mattarella rieletto presidente italiano per un secondo mandato

Sergio Mattarella rieletto presidente italiano per un secondo mandato

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Il presidente italiano Sergio Mattarella è stato rieletto sabato per un secondo mandato dopo che i leader del partito non sono riusciti a concordare un candidato alternativo per il lavoro. Mattarella aveva inizialmente escluso di rimanere in carica, ma si è piegato alle crescenti pressioni dopo sei giorni di votazioni infruttuose in parlamento per scegliere un successore.

I tentativi falliti di sostituire Mattarella durante sette turni di votazione hanno messo a nudo le profonde divisioni all’interno dell’ampia coalizione di governo guidata dal presidente del Consiglio Mario Draghi.

La sua coalizione comprende i principali partiti di centrosinistra e centrodestra, nonché la Lega di destra, il movimento populista 5 stelle e una serie di partiti minori. Draghi aveva chiarito le proprie ambizioni per il posto di vertice, ma non è riuscito a trovare abbastanza sostegno.

A 80 anni, Mattarella aveva più volte affermato di voler lasciare l’incarico ma con la stabilità del Paese a rischio sabato ha cambiato idea di fronte agli appelli di Draghi e di altri leader politici. Parlando dopo il voto, Mattarella ha detto di aver abbandonato i suoi piani pensionistici perché sentiva un senso di responsabilità alla luce delle sfide sanitarie ed economiche che la nazione deve affrontare.

“I giorni difficili per l’elezione del Presidente della Repubblica in mezzo alla grave emergenza che tutti stiamo attraversando – in termini sanitari, economici e sociali – richiedono senso di responsabilità e rispetto per la decisione del Parlamento”, ha scritto Mattarella sulla sua pagina Facebook dopo i risultati delle elezioni. “Queste condizioni richiedono di non rifiutare il dovere richiesto”, ha aggiunto. “E, naturalmente, questo dovrebbe avere la precedenza su altre considerazioni e diversi obiettivi personali, con l’impegno di gestire le aspettative e le speranze dei nostri cittadini”.

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha affermato in un comunicato che la rielezione di Mattarella è stata “una fantastica notizia per gli italiani”, aggiungendo di essere “grato al Presidente per la sua scelta di sostenere la fortissima volontà del Parlamento di rieleggerlo un secondo mandato”.

Il leader della Lega di destra e membro della coalizione di governo, Matteo Salvini, ha detto ai giornalisti dopo le elezioni di aver già chiesto un incontro con Draghi “per parlare dei tanti compiti che il governo deve affrontare”.

Salvini aveva precedentemente presentato altri candidati come potenziali opzioni per la presidenza, ma nessuno di loro ha ricevuto la necessaria maggioranza assoluta dei voti. Ha poi confermato Mattarella come sua scelta prima dell’ottavo scrutinio, dicendo che “gli italiani non meritano più giorni di confusione”, aggiungendo: “Ho avanzato numerose proposte, tutte di alto livello, tutte respinte dalla sinistra”.

L’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che in precedenza era anche un potenziale candidato alla presidenza, ha dichiarato: “per senso di responsabilità e anche nell’interesse del Paese, ho rinunciato alla mia candidatura, anche per favorire una soluzione unitaria”. “L’unità oggi si trova solo attorno alla figura del presidente Sergio Mattarella, al quale sappiamo di chiedere un grande sacrificio”, ha aggiunto Berlusconi prima dell’ottavo turno di votazioni.

“Mattarella rappresenta l’unità (del Paese), sono molto contento di questa scelta”, ha detto Enrico Letta, segretario del Pd di centrosinistra, parlando ai giornalisti fuori dal parlamento sabato prima dell’ultimo turno di votazioni.

Solo la leader dei Fratelli d’Italia di destra, Giorgia Meloni, si è espressa contro la permanenza in carica di Mattarella, scrivendo su Twitter dopo le elezioni che l’attuale presidente era stato “costretto a un altro mandato”. Meloni, il cui partito non ha aderito alla coalizione di governo, ha accusato altri partiti di “barattare” la presidenza per garantire che possano mantenere lo status quo fino alla fine della sessione legislativa nel 2023.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com