Quel furbacchione di Warren che passeggia tra le multinazionali farmaceutiche..

0
29

I vaccini arrivano, o perlomeno arrivano le tante notizie positive sulla validità ed efficacia, e lui… non poteva mancare.

Ecco cosa accade quando Warren Buffett sposta i suoi portafogli azionari.

Il mondo trema e il mondo finanziario esegue, copia, imita a ruota, quando il quarto uomo più ricco al mondo (dice Forbes nel 2020) decide di spostare alcuni miliardi di dollari della sua Berkshire Hathaway in un comparto finanziario piuttosto che in un altro.

Ad agosto scorso aveva acquistato partecipazioni nella società mineraria Barrick Gold Corp, creando un terremoto nelle borse di mezzo mondo, a dir poco un panico per molti, visto che abbandonava le assicurazioni per abbracciare le materie prime, bassi rendimenti ma sicuri per definizione a lungo termine.

 Oggi l’oracolo di Omaha – sede americana della sua casa di investimenti – punta TUTTE le maggiori aziende che si occupano di vaccino per il Covid 19 e si ritrova nel suo maxi portafoglio azioni di AbbVie , Bristol-Myers Squibb Company, Merck & Company  e Pfizer quest’ultima protagonista di questi giorni dopo aver annunciato l’efficacia al 90% del suo vaccino.

In merito a quest’ultima, Warren Buffet non si sarà certo sentito male quando avrà appreso che la performance azionario-borsistica di Pfizer è stata subito  spinta a cedere oltre il 3%, a causa dell’annuncio di ieri da parte della concorrente Moderna – che prese svariati milioni di dollari da Trump nella scorsa primavera – perché ha reagito prontamente investendo su AbbVie, Bristol-Myers Squibb e Merck, circa 1,8 miliardi di dollari, mentre su Pfizer la scommessa di Buffett è stata sostanzialmente più ridotta, con un valore di mercato di circa 136 milioni di dollari.

Merck e Bristol Myers sono fortemente impegnate nell’oncologia.

Bristol Myers ha ampliato le sue terapie contro il cancro, mentre Merck punta ai nuovi farmaci per la salute femminile e cardiovascolare.

AbbVie sta cercando di diversificare i suoi farmaci per disturbi infiammatori puntando il settore della dermatologia.

Per quanto riguarda Pfizer, nota per il suo vaccino contro il coronavirus, sta cercando di concentrarsi maggiormente nel fondere il suo business dei farmaci generici in Viatris, bella realtà appena nata.

Tra gli altri movimenti non solo farmaceutici, nel portafoglio di Buffet, si segnala l’acquisto di azioni della società di telecomunicazioni wireless T-Mobil.

Ricordiamo che la più grande scommessa di Warren si chiama Apple, seppure di recente ha alleggerito la sua presenza anche in questa holding:  non è mai stato un amante dei tecnologici, essendo uomo posato, multimiliardario e capace di snobbare niente di meno che… Amazon! Vedremo ora se l’inizio della fine del lockdown lo avrà premiato o gli avrà fornito l’idea di…switchare ancora una volta il suo immenso patrimonio di investimenti.

E noi che facciamo, ci accodiamo?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here