martedì, Agosto 16, 2022
HomeEVIDENZAPnrr, Brunetta: “Sedici mesi di riforme per rafforzare i Comuni”

Pnrr, Brunetta: “Sedici mesi di riforme per rafforzare i Comuni”

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Una piccola rivoluzione che passa attraverso il rinnovo dei contratti, lo sblocco del turnover, il salario accessorio e il lancio del portale Capacity Italy. Il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, è intervenuto oggi all’evento “Missione Italia 2022” promosso dall’Anci per parlare di Pnrr, riforma della Pa e iniziative del Governo a favore dei Comuni. Nel corso dell’evento è stato distribuito materiale informativo sui più recenti progetti promossi dal Dipartimento della Funzione pubblica (Capacity Italy, Portale InPA, Ri-Formare la Pa e Piao).

Lo Stato c’è stato

“In questi 16 mesi di governo, anche grazie alla costante collaborazione con Anci e con il suo presidente Antonio Decaro, nella Pubblica amministrazione abbiamo fatto una piccola rivoluzione – ha dichiarato il ministro -. Innanzitutto, abbiamo rinnovato i contratti dei dipendenti pubblici. A chi mi ha criticato per questo, ho ricordato che durante la pandemia i volti della Repubblica, come li ha chiamati il presidente Mattarella, sono stati lo Stato, il centro dello Stato: la risposta dello Stato quando il mercato latitava. Lo Stato c’è stato, e aveva la faccia dei dipendenti pubblici e dei sindaci di tutti i Comuni italiani. Abbiamo appena concluso anche il rinnovo per il comparto sanità, il prossimo sarà quello per gli enti locali”.

Sblocco del turnover

“Venivamo da vent’anni, forse trenta, di vincoli, blocchi, tetti. Non è stato facile, ma abbiamo eliminato del tutto il blocco del turnover. Il turnover è quella cosa che fa vivere un’organizzazione economico-produttiva fornitrice di beni e servizi. Ecco, quando un imprenditore si vuole suicidare blocca il turnover, ossia il ricambio di capitale umano. Il pubblico ha una tolleranza maggiore, ma il blocco del turnover porta ugualmente al degrado, all’inefficienza, all’incapacità di rispondere ai bisogni dei cittadini”.

“All’Assemblea di Parma dello scorso novembre – ha aggiunto Brunetta – ho ascoltato il grido di dolore di voi sindaci ed amministratori sul tema del depauperamento del personale e delle difficoltà di fare fronte agli impegni del Pnrr a fronte della lunga stagione di tagli dei dipendenti. Ci siamo rimboccati le maniche e con Anci, passo dopo passo, siamo riusciti a riattivare le capacità assunzionali dei Comuni e a rimettere in moto il meccanismo dei concorsi”.

E i risultati ci sono stati. “Siamo riusciti a semplificare e digitalizzare i concorsi con il risultato che in cinque-sei mesi si è arrivati all’assunzione di 45mila dipendenti pubblici a fronte di un milione e mezzo di domande che sono arrivate”, ha proseguito Brunetta.

Salario accessorio e indennità amministratori locali

“Abbiamo tolto anche un altro vincolo, quello sul salario accessorio, il salario di produttività che serve a premiare e a motivare i lavoratori. Infine, abbiamo aumentato le indennità di sindaci e amministratori locali. Sembrava impossibile, ma lo abbiamo fatto”.

Capacity Italy

Il Pnrr richiede elevate competenze specialistiche. Per questo il Governo ha lanciato “Capacity Italy, una piattaforma di servizi che si avvale della potenza di fuoco dei professionisti di Cassa Depositi e Prestiti, Invitalia e Mediocredito Centrale per offrire gratuitamente agli enti locali che lo chiederanno supporto in tutte le fasi di attuazione del Pnrr. Che si tratti della realizzazione di una rotonda, della ristrutturazione di un borgo o della costruzione di un asilo nido, ci saranno percorsi dedicati per gli operatori in prima linea. Vi invito a entrare nel portale, a cui lavoravamo da mesi. È una di quelle iniziative che migliora in funzione del suo utilizzo: più raccoglierà domande, più crescerà e sarà di aiuto a tutte le amministrazioni”.

Task force per Comuni in pre-dissesto

In cantiere anche un altro intervento per gli enti locali. Il ministro sta lavorando “per dotare i Comuni in pre-dissesto di consulenti che si rechino nei Comuni ad analizzare i bilanci e a dare le opportune indicazioni per evitare che vadano in dissesto”.

Tavolo a Palazzo Chigi per attuazione Pnrr

“Come ha anticipato il sottosegretario Garofoli, stiamo ragionando sull’istituzione di un tavolo a Palazzo Chigi che monitori l’attuazione dei progetti del Pnrr e risolva nell’immediato strozzature e criticità, anche ampliando ulteriormente il ricorso al silenzio assenso e ai poteri sostitutivi, ricorso che avevamo già esteso con il primo decreto legge sulle semplificazioni dell’estate 2021”.

  • L’intervento del ministro Brunetta all’evento Anci “Missione Italia 2022” 

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com