giovedì, Ottobre 28, 2021
HomeNEWSPerché c’è bisogno di Vitamine per la Mente.

Perché c’è bisogno di Vitamine per la Mente.

Tempo di lettura 3 minuti

- Pubblicità -spot_img

Sono onorato e davvero felice di aver ricevuto l’invito da Andrea Di Maso, che conosco e stimo da molti anni, a poter pubblicare su Italianewsonline.it, settimanale che sta dimostrando tutta la sua capacità di essere in linea con i nuovi tempi editoriali e di saper ampliare sempre più la ricchezza dei propri contenuti. Nella parte scritta dell’intervento vi lanceremo una sintesi degli argomenti trattati all’interno della video rubrica Vitamine per la Mente ed il link per accedere e visualizzarla nella versione completa. Questa mia video rubrica vide gli esordi a giugno del 2019 con una cadenza mensile pubblicata su facebook e fruibile anche su whatsapp e su youtube e con orgoglio a breve festeggerà i suoi primi due anni. Il 10 giugno 2020 le nostre Vitamine per la Mente furono ospitate dal Tg2 all’interno della rubrica L’era del coronavirus e quella opportunità ha consentito a molti italiani di scoprirle portando le visualizzazioni medie a circa 40/ 50 mila per ogni puntata. Numeri che sono sicuro cresceranno ancora grazie in primis a questa nuova avventura e collaborazione con tutto il team e la redazione di Italia news online e anche, ne sono fiducioso, grazie al vostro discreto passaparola. La struttura e forse il successo delle nostre Vitamine probabilmente si deve al fatto che tengono insieme attualità, storia, letteratura e filosofia. In ogni puntata costantemente troverete questi pilastri. L’attualità perché dobbiamo vivere e affrontare la vita quotidiana con la consapevolezza di dover accettare le sfide e le difficoltà del nostro tempo, la storia perché ricordare e conoscere il nostro passato ci insegna a conservare la nostra identità italiana e possibilmente a non replicarne gli errori; la letteratura perché oltre a rafforzare il linguaggio aiuta a far crescere la consapevolezza e la soggettività dei cittadini e infine alcuni riferimenti filosofici perché mai come adesso c’è bisogno di filosofia e quindi  di nuove visioni del mondo, di nuova convivenza civile e internazionale per costruire un modello di sviluppo affinché l’umanità possa davvero ancora contare su un futuro sereno. Viviamo un tempo che non lascia tempo, siamo tutti stretti da valanghe di adempimenti burocratici che quasi strozzano la nostra quotidianità e inoltre il cittadino comune ancora non riesce a toccare con mano la semplificazione della quale si parla da anni ma che resta ancora poco tangibile nella vita di tutti i giorni. Eppure prendersi qualche minuto per riflettere, leggere e comunque uscire dalle logiche del tipo che cosa devo fare adesso, cosa mi è utile , attività certamente essenziali ma che ci isolano di fatto dagli altri e da una visione complessiva della società, ecco perché ritengo che oggi più che mai c’è bisogno di Vitamine per la Mente. Nella rubrica di questa puntata per quanto riguarda l’attualità troverete un pensiero sul dramma delle migliaia di morti per cancro nel nostro paese che vanno molto oltre le vite che stiamo perdendo a causa della pandemia da Covid 19. Cari lettori di Italianewsonline.it spero di condividere il vostro pensiero nell’affermare che non c’è nulla di più importante per un uomo della consapevolezza di poter essere stato utile agli altri e di avere cercato di mettere un piccolo mattone per la costruzione di un tempo e un mondo migliore, speriamo che le nostre Vitamine per la Mente aiutino a stimolare i vostri contributi e le vostre riflessioni.

Qui sotto il link della diretta: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10224325341545731&id=1370074112

Buona lettura, Roberto Litta.

Roberto Litta, classe 1966, dopo il liceo scientifico ha svolto studi di giurisprudenza e si è perfezionato in marketing con indirizzo business internazionale. Ha lavorato per molte importanti aziende occupandosi di ¬ finanziamenti europei e sviluppo mercati. Sin da ragazzo ha conservato intatta una forte passione per la storia e un grande spirito di osservazione sulla politica e sulla nostra società contemporanea. Autore di soggetti per il teatro (Racconti di Tango, 2009; Storia d’Italia in Disordine Perfetto, 2010; La giusta violenza 2017), nel 2012 arriva al grande pubblico con il romanzo storico “L’uomo che vive due volte” giunto alla terza edizione. Papà di Leonardo Alvise (cinque anni) e di Dorotea Adelaide (due anni) con il suo ultimo lavoro “Dieci Racconti” ha deciso di avviare un progetto itinerante in Italia per il rilancio e la diffusione della letteratura per ragazzi e la lotta al bullismo e alla emergenza educativa.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img