venerdì, Dicembre 3, 2021
HomeNEWSPassenger Locator Form: cos'è e come ottenerlo

Passenger Locator Form: cos’è e come ottenerlo

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Per consentire un graduale ritorno alla normalità e favorire la ripresa dei viaggi, anche internazionali, il governo ha adottato come misura di monitoraggio il Passenger Locator Form.

Si tratta di una novità resasi necessaria per tenere sotto controllo la diffusione dell’epidemia Covid19, attualmente adottata in tutti gli Stati membri dell’Unione. Qui spiegheremo perché è fondamentale avere il Passenger Locator Form e come richiederlo.

Passenger Locator Form: cos’è e perché serve

Il Passenger Locator Form è un modulo che sono tenuti a presentare tutti i passeggeri in arrivo in Italia, attraverso qualsiasi mezzo di trasporto, prima del proprio ingresso nel territorio nazionale.

Il suo scopo è quello di facilitare la ricerca dei contatti nel caso in cui i viaggiatori siano esposti a una malattia infettiva durante il viaggio in aereo, nave (crociera/traghetto), treno, autobus o automobile.

Le informazioni fornite dai viaggiatori nelle PLF possono essere utilizzate dalle autorità sanitarie pubbliche nei Paesi di destinazione per contattare rapidamente i viaggiatori, con l’obiettivo di proteggere la salute dei viaggiatori e dei loro contatti, nonché di prevenire un’ulteriore diffusione della malattia.

Si tratta di un modulo interamente elettronico, la cui compilazione è diventata obbligatoria a seguito dell’ordinanza del 16 aprile 2021.

Quando è necessario il Passenger Locator Form?

Tutti i passeggeri che desiderano entrare in Italia, tramite tutti i mezzi di trasporto, dovranno compilare il PLF digitale, prima di entrare nel Paese.

I voli nazionali non necessitano di Passenger Locator Form, che deve essere esibito solo per i voli internazionali. Anche i passeggeri in transito che rimangono all’interno dell’Area di Transito dell’aeroporto non devono compilare il PLF.

Come richiedere il Passenger Locator Form?

Il PLF può essere richiesto online accedendo alla piattaforma web ufficiale EU PLF.

Occorre poi registrarsi al sito creando un account personale con user e password, che potranno essere utilizzati per i successivi accessi. Una volta confermato l’account tramite il link arrivato per email, bisognerà compilare il Passenger Locator Form seguendo la procedura guidata.

Una volta confermato il modulo, il passeggero riceverà all’indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione, il PLF in formato pdf e QRcode che dovrà mostrare direttamente dal suo smartphone (in formato digitale) al momento dell’imbarco. In alternativa, il passeggero potrà stampare una copia del PLF da mostrare all’imbarco.

Il PLF potrà essere compilato in qualsiasi momento (settimane, giorni) prima del viaggio, ma dovrà essere inviato obbligatoriamente prima dell’imbarco e sarà sempre modificabile fino a quel momento.

È necessario compilare un modulo per ciascun passeggero adulto; in caso di presenza di minori quest’ultimi potranno essere registrati nel modulo dell’adulto accompagnatore. In caso di minori non accompagnati, il PLF dovrà essere compilato dal tutore prima della partenza.

In casi eccezionali, ovvero esclusivamente in caso di impedimenti tecnologici, sarà possibile compilare il modulo cartaceo. Si precisa che l’autodichiarazione resa alla Polizia di Frontiera dovrà sempre essere esibita in versione cartacea.

Credits Immagine: Unsplash

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img