martedì, Marzo 5, 2024
HomeEVIDENZAMic: 10 finaliste di “Capitale italiana della cultura” 2025

Mic: 10 finaliste di “Capitale italiana della cultura” 2025

- Pubblicità -
- Pubblicità -

La Giuria per la selezione della “Capitale italiana della cultura” 2025 ha individuato i 10 progetti finalisti, presentati dalle seguenti città:

Agrigento, Aosta, Assisi (Perugia), Asti, Bagnoregio (Viterbo), Monte Sant’Angelo (Foggia), Orvieto (Terni), Pescina (L’Aquila), Roccasecca (Frosinone) e Spoleto (Perugia).

Le singole proposte saranno illustrate alla Giuria nel corso di audizioni pubbliche, così come previsto dal bando, che si svolgeranno in presenza nei giorni 20 e 21 marzo 2023, a Roma, nella sede centrale del Ministero della Cultura.

Le origini del titolo di Capitale italiana della cultura

Il titolo di capitale italiana della cultura nasce nel 2014, quando dalla partecipata competizione uscì vincitrice Matera che si aggiudicò il titolo di “Matera Capitale Europea della Cultura 2019”. Ci furono però altre sei finaliste che costruirono dei dossier di candidatura di elevata qualità progettuale, tanto che il Governo decise di proclamare altre cinque concorrenti Capitali Italiane della Cultura per l’anno 2015: Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna e Siena. Da qui si diede il via a una selezione annuale, a partire dal 2016, per le città meritevoli di questo titolo.

La scelta ricadde su Mantova nel 2016, Pistoia nel 2017, Palermo nel 2018 e Parma nel 2020, con il titolo che fu proclamato anche nel 2021 a causa dal Covid-19. Per l’anno in corso, il 2022, è stata scelta Procida, nel 2023 invece Bergamo e Brescia, e nel 2024 è stato proclamato Pesaro. Tuttavia, il titolo di capitale italiana della cultura si rivela essere una grande opportunità per accrescere lo sviluppo economico di una città culturale.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com