giovedì, Febbraio 2, 2023
HomeIntervisteLuciano Ciocchetti per il sociale: "Potenziare l'assistenza domiciliare e il personale sanitario"

Luciano Ciocchetti per il sociale: “Potenziare l’assistenza domiciliare e il personale sanitario”

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Italia News Online ha il piacere di incontrare Luciano Ciocchetti (FdI), un passato di lunga militanza tra le file centriste e una esperienza consolidata nel campo della politica a livello nazionale e amministrativo.

Dal 2018, l’ex parlamentare, figura di spicco ai tempi d’oro dell’Udc, ed ex vicepresidente e assessore nel Lazio, ha creduto nel progetto di Fratelli d’Italia, convinto che il partito di Giorgia Meloni rappresenti la continuità dei valori in cui ha sempre creduto.

  • Quali sono i valori di una politica cattolico liberale nel nostro Paese?

Senza entrare in analisi che richiederebbero molto tempo, direi che tra i valori fondanti di una politica cattolico liberale ci sia quello della libertà individuale. Sembra un concetto scontato, acquisito ma basta vedere quello che sta succedendo in Ucraina o in Iran per capire come la libertà sia un bene non solo prezioso ma da custodire gelosamente.

Nel nostro Paese per fortuna questo valore è ampiamente tutelato, e direi che grande merito lo dobbiamo a tutti quegli esponenti cattolici che nell’immediato dopo guerra hanno contribuito alla rinascita dell’Italia. Libertà, solidarietà e giustizia, direi che sono valori nei quali mi rispecchio totalmente. Una società libera è condizione fondamentale per la piena espressione della fede cristiana.

  • In veste di Vice Presidente della Commissione Affari Sociali e Sanità quali sono i suoi obiettivi dal punto di vista sociale?

Il mio primo obiettivo è quello di mettere a disposizione della Commissione anni di impegno e lavoro profusi sia nel sociale che nella sanità. Direi che il governo è partito con il piede giusto. Con l’ultima legge di Bilancio abbiamo voluto dimostrare, in un contesto economico molto complesso come quello attuale, che vogliamo dare un contributo importante alla salute e alla ricerca e lo abbiamo fatto aumentando di 2 miliardi l’attuale” Fondo sanitario nazionale “ma siamo anche consapevoli che non sono sufficienti e che è un primo passo.

Oltre agli investimenti è necessario ridurre i vincoli fiscali e semplificare la burocrazia fornendo delle tempistiche certe per poter dare modo alle aziende di programmare e di puntare maggiormente sul nostro Paese. In tema di assistenza, due obiettivi importanti su cui ci focalizzeremo saranno l’assistenza domiciliare e il potenziamento del personale sanitario, oggi in forte sofferenza.

  • Sin dalla prima edizione del festival del Cuore, ha sempre espresso la sua solidarietà nei confronti delle realtà più bisognose. Cosa ne pensa delle manifestazioni in favore della beneficenza?

Sono una cosa stupenda, in passato ne ho organizzate tante e ho partecipato ad altrettante, come il Festival del Cuore. Non solo sono occasione per far del bene agli altri o per far conoscere problematiche o patologie poco conosciute, ma sono un momento di crescita e riflessione per chi le organizza e chi vi partecipa. Esserci è sempre un grande onore.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com