sabato, Novembre 27, 2021
HomeMINISTERILa ristorazione riparte dal "Tavolo della gastronomia italiana"

La ristorazione riparte dal “Tavolo della gastronomia italiana”

- Pubblicità -
- Pubblicità -

L’impegno governativo di rilanciare il mondo della ristorazione, duramente colpito durante l’emergenza sanitaria, ha portato alla nascita del primo “Tavolo della gastronomia italiana“, convocato dal Ministro Stefano Patuanelli e dalla viceministra allo Sviluppo Economico Alessandra Todde.

Presso il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, il 6 ottobre, si sono confrontati ministri e associazioni di mestiere, allo scopo di discutere i punti cruciali per il rilancio della ristorazione. Tra le tematiche affrontate: la creazione di un registro delle imprese, l’aggiornamento dei codici Ateco, la formazione dei giovani, la riduzione del cuneo fiscale e la possibilità di reintrodurre i voucher.

Durante il Tavolo della Gastronomia Italiana, il Ministro Patuanelli ha ringraziato le associazioni intervenute, rimarcando il loro contributo nel valorizzare le eccellenze gastronomiche italiane ed estere, e sottolineando come queste siano soltanto le basi di un dialogo tra istituzioni e filiera produttiva destinato a rafforzarsi nel tempo. 

Già programmati i successivi incontri del Tavolo della Gastronomia Italiana, che vedranno coinvolti tecnici di diversi ministeri, insieme alla creazione di una direzione all’interno del Mipaaf dedicata alla ristorazione. Il prossimo tavolo gastronomico sarà convocato prima della presentazione della Legge di Bilancio e vedrà il coinvolgimento anche del Ministero del Lavoro.

Anche in questo caso, prenderanno parte al dibattito l’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto, la Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Le Soste, l’Associazione Prof. Cuochi Italiani, Euro Toques Italia, Charming Italian Chef e Jeunes Restaurateurs Italia. 

Intanto, il supporto istituzionale non si è fatto attendere sul piano pratico: in questi giorni sta infatti per delinearsi una misura di sostegno che affiancherà il Fondo Ristorazione, ma “più strutturata e con una minore incidenza economica“, ha dichiarato Patuanelli. Inoltre, la prossima legge di bilancio, potrebbe già prevedere la riduzione del cuneo fiscale chiesta dalle associazioni di ristorazione. 

Credits immagine: Unsplash

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img