Il mondo dei Social Media Manager: quasi sempre un Bluff!

Nel periodo in cui “Se non sei su Facebook, non esisti”, ecco che assistiamo alla comparsa di sempre nuovi – e preparatissimiSocial Media Manager

Nulla di strano per chi si intende di numeri. All’aumentare della domanda, l’offerta risponde. Nonostante tutto però questi pseudo professionisti in giro raccontano un sacco di frottole.

Facciamo così, vi racconto la favola della professione più inflazionata dopo quella dell’avvocato.

E fu così, che un buon Social Media Specialist portò a casa un nuovo cliente. Una pagina Facebook, una di Instagram da gestire e qualche fattura da qui alla fine dell’anno assicurata. E bravo lui! Poi però, oltre a tante belle parole, promesse e pretese, nulla di più.

No, non vado oltre perché non mi va di dover inventare un happy ending per la nostra storia. La verità è che, per quanti professionisti della comunicazione sui social si vedano in giro – i risultati che le PMI ottengono sono, spesso, insoddisfacenti. Per non dire nulli.

Il punto è che se il budget a disposizione è basso, e il professionista del web non è strutturato e non ha una vision a 360 gradi, anche imprenditoriale, la macchina non corre. Lavora da casa, non ha costi e continua ad accontentarsi di quei pochi spicci che a rotazione, seguendo uno scientifico turn over, porterà a casa.

Quindi, ecco cosa accade ai poveri clienti truffati: il Social Media Specialist sa che dovrà produrre un po’ di contenuti e pubblicarli (cosa che, di per se stessa, farà felice il cliente – considerando che, prima del suo ingresso in scena, la pagina era morta). Al massimo investirà una piccola parte del suo compenso per una campagna di social advertising dedicata all’incremento dei fan (o gliene comprerà un po’, tanto mica è un esperto lui!).

Morale della favola: il cliente non vede risultati, dopo qualche mese si sente frodato e revoca l’incarico al Social Media Specialist. Il secondo ne risente, ma sa che il mare è pieno di pesci. Non si preoccupa troppo, insomma.

Chi, invece, ne paga le conseguenze sono altri soggetti. I clienti sfiduciati convinti che i social network non servono a nulla se non a gettare soldi e le aziende della Comunicazione Digitale, quelle che per 100 euro di budget nemmeno accendono il tablet.  

Il nostro consiglio è quello di affidarvi ad agenzie serie e strutturate, con una storia che certifichi la professionalità e la garanzia dei risultati. Una seria e capace gestione del web, porta risultati garantiti. La capacità di tradurre al cliente il lavoro svolto diventa fondamentale per raggiungere il traguardo. Ciò che lega fornitore e cliente è la fiducia.

Il marketing è vita, il digital marketing è tutto!