Il Bilancio di Esercizio come strumento informativo

Rubrica a cura di Andrea Di Maso

0
233
Economia
Andrea Di Maso

Focalizzando l’attenzione sulla comunicazione economico-finanziaria, è importante sottolineare come questa, oltre a costituire un rilevante vettore informativo dell’azienda verso gli stakeholder, rappresenta una importante leva per la creazione e la diffusione del valore, ovvero rappresenta una variabile critica per il raggiungimento, il mantenimento e lo sviluppo di posizioni di equilibrio economico, volta a soddisfare i bisogni espressi dagli stakeholder, in particolare le esigenze informative.

Il Bilancio di esercizio

Il Bilancio di esercizio, dunque, dinanzi all’argomentata esigenza informativa, si inserisce quale principale mezzo di trasmissione, all’interno, e di comunicazione, all’esterno, dei risultati gestionali

In quanto rendiconto dell’operato degli amministratori, ovverosia sintesi della gestione ed espressione della capacità di creare ricchezza dell’impresa, il Bilancio di esercizio consente di identificare il reddito d’esercizio, ovvero la variazione della ricchezza conferita dai proprietari per effetto della gestione (se positivo, i titolari possono prelevare una quota di tali utili a remunerazione della disponibilità di capitali fornita). Oltre che a consuntivo, è anche uno strumento di controllo interno a preventivo della gestione aziendale in quanto dà indicazioni circa le prospettive future per il tramite dei i risultati e delle disponibilità dell’impresa. 

Dall’altro lato, si è detto, il Bilancio è anche strumento di comunicazione per l’esterno in quanto fornisce informazioni agli stakeholders, ovvero a tutti i soggetti che necessitano di informazioni per valutare la capacità dell’azienda di soddisfare i propri interessi (finanziatori, clienti, fornitori, dipendenti, Stato e tutti gli altri soggetti che hanno interesse che l’azienda perduri nel tempo). Più di recente, in proposito, la normativa internazionale ha ricondotto in capo alle aziende una funzione sociale di rilievo, in grado di condizionare molteplici aspetti della vita dell’intera collettività, agendo come collettori di risparmi, come fonti di occupazione ecc. In questa prospettiva, i soggetti privilegiati del Bilancio saranno allora soggetti esterni, il pubblico, inteso come qualunque soggetto interessato alle sorti della combinazione produttiva.  

Il Bilancio di esercizio è, altresì si badi, strumento atto ad assolvere ad obblighi giuridici, tra i quali, la distribuzione degli utili (gli utili rilevati in Bilancio poi possono essere destinati a riserva e distribuiti agli azionisti), l’imposizione fiscale (le imposte d’esercizio sono calcolate partendo dal risultato di esercizio, opportunamente rettificato come da disposizioni fiscali) e base per i compensi degli amministratori (i compensi degli amministratori sono calcolati in base ai risultati conseguiti).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here