Ieri al picchio village il Patron Pulcinelli con Andrea Di Maso

0
51

ll patron dell’Ascoli Massimo Pulcinelli, dopo aver seguito la seduta mattutina di allenamento, ha parlato nella sala stampa del Picchio Village in vista della ripresa del campionato di Serie B. Per i bianconeri appuntamento Sabato 18 Gennaio alle ore 15 allo stadio “Provinciale” contro il Trapani di Fabrizio Castori. 

“Mi sono alzato stamattina alle 5:45 per essere già presto al Picchio Village ed accogliere i calciatori e fare colazione con loro – ha detto Pulcinelli, affiancato dal manager Andrea Di Maso, Ceo di Fragola Company e organizzatore del prossimo meeting “Crescere Insieme” dell’11 Febbraio a Roma -. Ranieri? Trattativa ben avviata, ma visto l’esperienza estiva con Murawski aspettiamo prima di dire che è definitivamente fatta. Scamacca? Ho parlato con il ds del Sassuolo Carnevali e fino a fine stagione rimarrà con noi, il ragazzo è ben felice di stare qui. Se faremo qualcosa a centrocampo? Credo di sì, deve essere un elemento che può farci fare il salto della qualità. Ninkovic e Ardemagni? Siamo ben lieti che restino con noi, poi se arrivano offerte particolari o richieste dai due ragazzi valuteremo in massima tranquillità. Con Ninkovic oggi ci siamo visti e ci siamo abbracciati quattro volte. Ho un bel rapporto con lui, ci vogliamo bene. Voto al girone d’andata? Do un 7, va migliorato il rendimento esterno per fare il definitivo salto di qualità, a partire dalla gara di Trapani, 5 punti su 30 a disposizione in trasferta sono oggettivamente pochi. Strutture? In questo dobbiamo migliorare, al Picchio Village gli spazi sono pochi e dobbiamo trovare un modo per ingrandirli. L’ambizione è di avere un centro sportivo nel quale ogni calciatore desidererebbe allenarsi e trascorrere la maggior parte del proprio tempo; sappiamo che tante squadre non hanno un centro sportivo come questo, ma vogliamo comunque renderlo il più confortevole possibile. Vedremo se potenziare questa struttura o costruirne una nuova. Curva Sud? Hanno già appaltato i lavori per la demolizione, spetta a noi invece l’investimento sulla tribuna centrale nella parte destinata agli sponsor. Discorso intavolato con l’imprenditore ascolano Ubaldi? Non l’ho più sentito tranne qualche messaggio. Non so come si stiano organizzando, nel caso dovessero mettere in piedi qualcosa devono comunque parlare con me. Eventualmente si tratterebbe di una situazione relativa alla prossima stagione, io per ora vado avanti da solo. La Var in B? Credo che se ci fosse stata la Var in B avremmo 3-4 punti in più in classifica, è uno strumento che può dare lealtà a tutti, è indispensabile”. 

Ha preso poi la parola Andrea Di Maso“Io rappresento l’Ascoli Calcio e ringrazio il patron Pulcinelli per avermi dato fiducia nell’organizzazione del meeting dell’11 Febbraio al Circolo Canottieri Aniene, casa del presidente del Coni Giovanni Malagó. Inviteremo tante aziende nazionali, soprattutto coloro che ancora non ci conoscono, vogliamo presentare a tutti il nostro progetto e per questo abbiamo scelto Roma come sede. Presenteremo il nuovo modello Ascoli Calcio, un modello innovativo, che chiamerei “Vincere insieme” piuttosto che “Crescere insieme”. Vogliamo essere protagonisti in campo e fuori mettendo al centro del nostro progetto la parte sportiva e il marketing. Ci saranno tantissime novità.