giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeAZIENDEEnergia carbon neutral: cos'è e perché è vitale per il futuro del...

Energia carbon neutral: cos’è e perché è vitale per il futuro del pianeta?

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2015 è stato raggiunto un accordo (l’accordo di Parigi): arrivare alla neutralità combustibile entro la seconda metà del 21° secolo per mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici. Qui diamo uno sguardo a quali passi si stanno compiendo per raggiungere un equilibrio vitale per le prossime generazioni.

Le emissioni di anidride carbonica sono una delle principali cause del cambiamento climatico. Dall’inizio della Rivoluzione Industriale, l’umanità ha fatto sempre più uso del carbonio intrappolato all’interno dei cosiddetti combustibili fossili, ovvero carbone, petrolio e gas naturale, che, una volta bruciato, viene rilasciato sotto forma di CO2. A maggio 2019 la sua concentrazione in atmosfera ha raggiunto livelli record: 415 ppm (parti per milione).

La CO2, insieme ad altri gas serra (GHG), intrappola la radiazione solare e riscalda la superficie terrestre. Gli effetti del riscaldamento globale nei prossimi decenni potrebbero essere catastrofici: siccità più frequenti e gravi, tempeste e ondate di caldo estreme, innalzamento del livello del marescioglimento dei ghiacciaiperdita di biodiversità e grandi sconvolgimenti nella vita delle persone, che portano persino alla migrazione climatica.

COS’È LA CARBON NEUTRALITY?

Secondo il Parlamento europeo, la carbon neutrality viene raggiunta quando la stessa quantità di CO2 viene rilasciata nell’atmosfera e viene rimossa con vari mezzi, lasciando un bilancio zero, noto anche come zero carbon footprint. Ma cosa intendiamo esattamente per impronta di carbonio? Questa è definita come la quantità totale di emissioni di GHG causate da un individuo, un’organizzazione, un servizio o un prodotto.

Ci sono diversi modi per raggiungere l’equilibrio di cui stiamo parlando. Il modo più salutare è non emettere più CO2 di quella che può essere assorbita naturalmente dalle foreste e dalle piante del mondo, che agiscono come pozzi di carbonio attraverso il processo di fotosintesi – assorbono CO2 dall’aria e la trasformano in ossigeno – contribuendo a ridurre emissioni.

In una dichiarazione rilasciata nel 2020, il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha affermato che:

Ogni paese, città, istituto finanziario e società dovrebbe adottare piani per la transizione allo zero netto da subito

I VANTAGGI DEL RAGGIUNGIMENTO DELLA NEUTRALITà DI CARBONIO

Il raggiungimento della neutralità del carbonio non è solo la chiave per evitare le peggiori conseguenze del cambiamento climatico, ma porta anche benefici alle comunità e alla società nel suo insieme. Tra questi:

Meno inquinamento ambientale e miglioramenti per la salute.

Un impulso alla crescita economica sostenibile e alla creazione di posti di lavoro verdi.

Maggiore sicurezza alimentare riducendo l’impatto del cambiamento climatico.

Arresto alla perdita di biodiversità e miglioramento delle condizioni degli oceani.

Anche le aziende, secondo la ONG Carbon Trust, possono beneficiare direttamente della carbon neutrality:

Mostrando l’impegno dell’azienda per la decarbonizzazione e il suo desiderio di compensare gli impatti residui.

Migliorando le credenziali ecologiche dell’azienda, differenziandola dai competitor come marchio responsabile per l’ambiente.

Allineandosi con gli SDG delle Nazioni Unite, riducendo i rischi associati ai cambiamenti climatici a livello generale e privato.

Per la tua energia, scegli di essere carbon neutral. Rendi le tue attività non impattanti verso il clima e controlla le tue azioni. Per informazioni su come migliorare l’efficienza energetica della tua abitazione e raggiungere la neutralità, contatta Distretti Ecologici.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com