DE LUCA: LA MIA ARTE SARTORIALE VESTE GLI UOMINI PIÙ IMPORTANTI DEL MONDO

0
150

Emilio De Luca, sarto, maestro artigiano ed imprenditore napoletano. Da anni veste gli uomini più potenti del mondo. Due nomi su tutti: Franco Nuschese, suo grandissimo amico e considerato tra i 10 personaggi più influenti degli Stati Uniti, e Giorgio Lombardi, portavoce per l’Europa del presidente americano Donald Trump. Le sue creazioni sono opere d’ arte su misura ed un’eccellenza internazionale della sartoria partenopea.

De Luca, sarto e imprenditore napoletano: quali saranno gli effetti più tangibili del coronavirus  sul settore della moda, in ambito nazionale ed internazionale?

Dipende, in questo momento il settore moda è in crisi per la chiusura forzata di tutti i principali paesi del mondo; per gli artigiani come me che fanno della qualità e della personalizzazione degli abiti è, sicuramente, più facile la ripresa. Per quanto riguarda, invece, i grandi e medi operatori  la situazione sarà ben più complicata in quanto saranno alle prese con ordini per stagioni e, soprattutto, con numeri ben più elevati.

Nel Sud, nella sua Napoli, l’annunciata e temutissima crisi per imprese e piccole/medie aziende, soprattutto, artigianali si farà sentire: come giudica gli aiuti, finora, messi in campo dal governo Conte?

Nella mia  bella Napoli la parola crisi la sento pronunciare da quando avevo i pantaloncini corti, siamo abituati a lavorare in emergenza con poche risorse statali  e molte idee. Al momento gli aiuti sono inesistenti, anzi tanti proclami spifferati ai quattro venti e poi, alla fine, non è arrivato nulla nè a noi nè ai  poveri collaboratori in cassa integrazione. I finanziamenti bancari sono fermi ed al momento per i fondi perduti si parla di cifre che sanno di elemosina. Il problema non è solo quello che abbiamo perso dal mese di marzo ad oggi,  ma la depressione economica che subiremo nei prossimi mesi, al massimo anni, per la dastrica riduzione dei consumi.

Le sue creazioni sono, particolarmente, apprezzate all’Estero: come è riuscito a lavorare durante la quarantena? Lo smart working può essere applicato anche al settore della moda?

Applico lo smart working da una vita: ogni anno viaggio tantissimo per visitare i miei clienti ed amici in tutto il mondo e quindi, ad esempio, mentre sto a New York e prendo un aereo per Seoul o Dusseldorf, ho la necessità di restare connesso e sfruttare ogni attimo del mio tempo. Quando ho iniziato, molti anni fa, ho cercato lo sbocco sui mercati esteri, ed oggi, con personale grande soddisfazione, le mie creazioni sono apprezzate ed indossate da importantissimi personaggi politici, da imprenditori , da attori , da sportivi  di quasi tutto il mondo:  dal presidente Abbot Micheal Dale al presidente Shinsegae e Samsung Mr. Chung Yong-Jin.

Di recente ha vinto il Premio di Eccellenza a Washington: quale è il personaggio più importante che ha vestito? 

E’ stato un immenso privilegio aver ricevuto questo riconoscimento che premia il mio lavoro frutto di tanta passione, conoscenza e sapere. Il lavoro del sarto artigianale è una vera e propria arte che va promossa e tramandata per evitare di  farla morire. Non mi piace fare delle classifiche, posso dire che con i miei abiti ho vestito i massimi vertici imprenditoriali, manageriali ed istituzionali sia in ambito nazionale che internazionale.

L’abito che non deve mancare per l’ estate in arrivo…Quale colore ci accompagnerà nei mesi più caldi?

Scegliendo il classico non si sbaglia mai: consiglio il lino con giacche destrutturate tipo camicia con colori pastello ed il classico bianco.

Sabrina Trombetti