martedì, Ottobre 4, 2022
HomeAZIENDECabras, Bricofer: investire su digitale e formazione per la crescita aziendale

Cabras, Bricofer: investire su digitale e formazione per la crescita aziendale

- Pubblicità -
- Pubblicità -

La storia del Gruppo Bricofer è un grande esempio di imprenditorialità e lungimiranza. Questa catena, oggi presente in oltre 120 punti vendita in tutta Italia, muove i primi passi a Roma nel 1979 quando Aldo Pulcinelli decide di aprire un piccolo negozio di ferramenta. Massimo Pulcinelli, il figlio, porta avanti l’attività di famiglia, dandogli un più ampio respiro, stavolta nazionale. Intuisce le potenzialità del mercato e i punti di forza del marchio, delineando una serie di strategie che permetteranno di gettare le basi di una propria rete distributiva.

Bricofer si afferma rapidamente sul mercato e, a distanza di 40 anni, riesce ancora ad affermarsi come leader del settore. Ne discutiamo con Giuseppe Cabras, eletto recentemente Direttore Generale di Bricofer.

  • Qual è la ricetta che ha permesso a Bricofer di superare la crisi causata dalla pandemia e addirittura incrementare le vendite?

Ciò che da sempre contraddistingue il Gruppo Bricofer è la capacità di adattamento repentino ai cambiamenti: da oltre 40 anni Bricofer riesce a rispondere alle sfide con determinazione e impegno per trarre da ogni esperienza il massimo dell’insegnamento e delle opportunità che questa ha da offrire. Quando l’Italia intera ha subito il contraccolpo della pandemia anche il nostro settore ha accusato un forte rallentamento ciò nonostante abbiamo deciso di investire su business che potessero fornire un vero servizio al cliente in quel preciso periodo storico. Il primo passo è stato potenziare il nostro servizio di Ordini telefonici, già testato con successo nel corso del 2019, per incrementare le consegne a domicilio durante il periodo del lockdown. Per agevolare i clienti con gli acquisti da casa, anche sul versante digital, abbiamo investito sull’e-commerce e avviato una nuova strategia commerciale del Gruppo con il multi depertment store: una trasformazione funzionale dei nostri punti vendita in centri in cui trovare tutti gli essenziali in una singola shop expedition. L’attenzione verso il cliente e le sue esigenze è stata la costante di ogni nostra decisione e non ha subito nessuna inflessione durante la pandemia anzi è stata strumento per nuove ed interessanti occasioni di contatto e
supporto.

  • Quali sono i comparti che stanno dando maggiore soddisfazione? Quali invece, secondo lei, sarebbero da potenziare?

Il comparto giardino e il mondo della manutenzione casa sono i due settori che ad oggi stanno dando maggiori soddisfazioni, il motivo è sicuramente legato ad una maggiore attenzione per gli spazi interni ed esterni figlia di un periodo difficile in cui la casa è stata il nido sicuro dove trascorrere il proprio tempo. Alla luce di questo si spiega il rinnovato interesse per l’home decor, settore che intendiamo potenziare, e il bricolage che si è rivelato essere un’arma vincente per occupare la mente in un momento tanto complesso.

  • Come state affrontando la crisi sul piano delle importazioni e i rincari delle materie prime?

Per ovviare alla crisi sul piano delle importazioni ci stiamo muovendo su più versanti. Accanto ad una maggiore selezione dei prodotti destinati all’importazione, stiamo siglando accordi con società a prezzi di trasporto calmierati e intensificando le partnership con fornitori nazionali garanzia, da sempre, di qualità e professionalità.

  • Sono molti i player che operano nel settore brico e fai da te: in che modo Bricofer riesce a differenziarsi dai competitor?

Per rispondere a questa domanda occorre appellarsi ai clienti e alle loro esperienze di acquisto. I feedback che riceviamo da parte loro possono sintetizzarsi in alcune parole chiave fondamentali: prossimità, professionalità, convenienza e qualità. L’esperienza nei nostri store viene ricordata per il supporto concreto all’acquisto e per la professionalità dimostrata dai nostri esperti di vendita, ma anche per la percezione di qualità “accessibile” in termini di costi. Ad una costante attenzione nei confronti del cliente si uniscono poi una serie di servizi dedicati e gratuiti, come gli ordini telefonici e la consegna entro 24 h, in grado di garantire il massimo del comfort in fase di pre e post vendita.

  • Abbiamo visto che l’azienda sta molto puntando nel digitale, come testimonia l’apertura dell’e-commerce. Come stanno reagendo i consumatori agli acquisti online? Quale vantaggio possono dare rispetto allo store fisico?

I nostri clienti, anche quelli più scettici nei confronti degli acquisti on line, hanno avuto modo di testarne i vantaggi nel corso di questi ultimi anni e di socializzare con lo strumento. La comodità di poter ricevere l’articolo desiderato a casa è allettante per tutti, motivo per cui la nostra sfida si è spostata sul campo della rapidità di consegna. Un altro elemento di valore è il contenuto: foto performanti a 360° e video esplicativi sull’utilizzo dell’articolo. L’e-commerce dà al cliente la possibilità di vedere il prodotto in tutte le sue funzionalità e di avere accesso a schede tecniche dettagliate garantendo un acquisto consapevole, con un solo click e in tutta sicurezza. Se poi il prodotto è anche in sconto il vantaggio rispetto all’acquisto in store è doppio, sia in termini di tempo speso che di costo. Tra i punti di forza del nuovo e-commerce avremo anche un servizio di reso facile e snello che sarà possibile effettuare anche in negozio.

  • Quali progetti prevede Bricofer per i prossimi mesi?

Nei prossimi mesi saremo impegnati con la messa on line del nostro nuovo e-commerce, che andrà live con una veste più performante, e nelle attività di restyling dei nostri punti vendita in un’ottica di multi department store. Protagonisti i nostri shop in shop: Blake, per il piccolo e grande elettrodomestico; Dhomus per la sistemazione e la cura di casa e persona; Pet love per gli articoli dedicati agli animali. Una potenza di fuoco su due fronti, quindi, a testimonianza del fatto che nessun selling point verrà lasciato indietro nel percorso di crescita del nostro Gruppo. Verranno attuati programmi di sviluppo e valorizzazione rete che seguiranno precise e accurate strategie commerciali e immobiliari con il fine di garantire una sicura riuscita degli investimenti prestando maggiore attenzione allo studio del territorio e alle macro dinamiche locali. In questo processo, la formazione ricoprirà un ruolo principe: sono fermamente convinto che i collaboratori, di sede e dei punti vendita, siano il motore di ogni azienda ed è per questo che è sulla loro crescita, personale e professionale, che voglio puntare. Investire sulle risorse è la chiave non solo per motivare e incentivare i collaboratori, ma anche per garantire ai nostri clienti professionalità e competenze adeguate.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com