domenica, Maggio 29, 2022
HomeEVIDENZABonus auto: come richiedere l'incentivo del Governo

Bonus auto: come richiedere l’incentivo del Governo

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Il governo italiano ha annunciato il 6 aprile di aver approvato fondi aggiuntivi per i prossimi tre anni per incoraggiare l’acquisto di auto nuove nell’ambito del suo schema di sconti “bonus auto”.

Puoi richiedere il nuovo bonus per l’acquisto di vecchi modelli di auto a benzina e diesel entro un certo limite di emissioni di CO2, nonché veicoli elettrici o ibridi e moto a basse emissioni.

Tra il 2022 e il 2024, il governo italiano ha stanziato 650 milioni di euro all’anno per il regime, con un massimo di 5.000 euro stanziati per ogni nuova auto acquistata.

Tutti i dettagli del bonus sono stati resi disponibili quando il governo italiano ha pubblicato il decreto lunedì scorso (che puoi trovare qui , in italiano).

In base al testo del decreto, ecco come funziona il regime e quanto si può pretendere per l’acquisto di un nuovo veicolo.

A quali auto si applica il bonus?

La legge tiene conto di due parametri: le emissioni di anidride carbonica (CO2), che non possono superare i 135 g/km, e il prezzo di listino.

I limiti massimi sono così suddivisi:

€ 35.000 per le auto nella fascia di CO2 0-20 g/km
45.000€ per la fascia 21-60 g/km
35.000€ per la fascia 61-135 g/km
Per sapere quanto bonus puoi richiedere, devi essere consapevole delle emissioni di scarico: sia dell’auto che stai acquistando che, potenzialmente, di un’auto che potresti rottamare.

Il bonus si riferisce alle sei classi di emissioni dei veicoli: Euro 1, 2, 3, 4, 5 e 6. Ciascuna classe assegna uno standard di emissioni in base alla data di immatricolazione dell’auto e alla quantità di CO2 prodotta dall’auto per chilometro.

Puoi controllare il sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Viaggi Sostenibili qui per scoprire la classe ambientale del tuo veicolo.

Il bonus può essere utilizzato sia per l’acquisto che per il leasing di auto.

Devo rottamare un’auto per ottenere il bonus su un’auto nuova?

No. Devi rottamare un’auto contemporaneamente solo se vuoi acquistare auto ibride e termiche (benzina o diesel) con emissioni comprese tra 61 e 135 g/km.

Se si desidera acquistare un’auto elettrica (0-20 g/km) o ibrida plug-in (21-60 g/km) la rottamazione non è obbligatoria.

In queste due situazioni, però, chi ha un’auto da rottamare può ottenere un bonus extra di 2.000€.

Non devi nemmeno essere il proprietario dell’auto per essere rottamata, ma devono vivere con te nella stessa famiglia.

Panoramica dei fondi disponibili

Quindi, quanto puoi richiedere dipende dalle emissioni di anidride carbonica e dal fatto che tu rottami un’auto allo stesso tempo.

Ecco una carrellata:

  • Senza rottamazione
    – 0-20 g/km CO2: 3.000 €
    – 21-60 g/km: 2.000 €
  • Con rottamazione
    – 0-20 g/km: 5.000 €
    – 21-60 g/km: 4.000 €
    – 61-135 g/km: 2.000 €

Cos’altro devo sapere?

Come per tutti i bonus, ci sono alcune condizioni di cui devi essere a conoscenza prima di richiedere il bonus automatico.

Il veicolo acquistato con gli incentivi deve essere immatricolato entro 180 giorni dalla richiesta. Tuttavia, questo potrebbe cambiare a seguito di inviti a prorogare la scadenza. Questo perché i tempi di consegna non sono sempre inferiori a 180 giorni, soprattutto per le auto nella fascia di emissioni 21-60 g/km.

Inoltre, non puoi vendere un veicolo acquistato con il bonus finché non lo possiedi da almeno 12 mesi. Il bonus è ora in vigore dopo la sua pubblicazione nel nuovo decreto.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

VIDEO NEWS

- Pubblicità -spot_img
Altre News
- Pubblicità -spot_img
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com